Carenza globale di chip: come ti colpisce

Negli ultimi 18 mesi, l’industria automobilistica ha dovuto superare l’incertezza della Brexit e una pandemia globale, ma c’è un’altra crisi che ha causato problemi profondi e profondi nel 2021: la carenza globale di microchip. Quello che era iniziato come un inconveniente per coloro che cercavano di acquistare una PlayStation 5, Xbox o una TV, ora si è fatto strada nell’industria automobilistica.

La mancanza di chip significa che case automobilistiche come Jaguar Land Rover, Renault-Nissan-Mitsubishi Alliance, Stellanis e il Gruppo Volkswagen sono state colpite da forniture emesse che hanno portato a chiusure temporanee in alcuni impianti. Il nostro ultimo riepilogo mostra che la crisi non mostra segni di cedimento, con alcune aziende colpite più di altre.

Nel Regno Unito, le vendite di auto nuove stanno rallentando poiché le forniture di auto nuove diminuiscono e la lista d’attesa cresce. Non è un caso che le vendite di auto usate siano in forte espansione in questo momento…

Cosa e perché sta accadendo?
La carenza di chip è un problema a tre punte, sebbene la causa di due punte possa essere ricondotta al coronavirus. Proprio come l’industria automobilistica, l’industria dei semiconduttori è stata costretta a chiudere parzialmente a causa della pandemia, con conseguente fornitura di chip più piccola del solito.

E allo stesso tempo, la necessità di tecnologia per il lavoro da casa, così come il lancio di due nuove console di gioco – PlayStation 5 e Xbox Series S/X – hanno fatto sì che la domanda di quei chip fosse più alta che mai. E sì, quelle console avranno fatto colpo: Sony stima di aver venduto 4,5 milioni di unità solo l’anno scorso.

 

Infine, un incendio nello stabilimento di Renesas Electronics, uno dei più grandi produttori di semiconduttori per l’industria automobilistica, oltre a una guerra commerciale e il maltempo in Texas non hanno aiutato le cose.

Quanto è grave?
Le auto sono ormai tutte così tecnologicamente avanzate che la crisi sta colpendo quasi tutti i produttori. Tuttavia, non tutti i marchi automobilistici hanno ancora rilasciato dichiarazioni. Ma la società di consulenza globale del settore AlixPartners ha già previsto che andrà male. Inizialmente aveva stimato all’inizio dell’anno che la carenza costerà alle case automobilistiche 61 miliardi di dollari (44 miliardi di sterline), ma l’ha modificata a 110 miliardi di dollari (80 miliardi di sterline).

AlixPartners ha aggiunto che le case automobilistiche dovrebbero vendere circa 80,7 milioni di nuove auto quest’anno, in calo rispetto a una stima precedente di 84,6 milioni

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *